Ventennale di Maria Padula, il sito promuove una mostra per il ventennale della pittrice lucana. La mostra per il ventennale di Maria Padula si terrà a Matera, presso la Mediateca Provinciale di Matera il 28 Giugno 2007. La Mostra per il ventennale della pittrice Maria Padula rimarrà aperta dal 28 Giugno al 28 Luglio. L'inaugurazione della raccolta di quadri sarà alle 18.00 del 28 Giugno. Maria Padula è di Montemurro, in provincia di Potenza. Il Consiglio Regionale di Basilicata promuove la mostra per il ventennale di Maria Padula. Presidente della mostra sarà Maria Altezza. La mostra a Matera è curata da Elena Pontiggia. La Provincia di Potenza promuove la Mostra. Maria Padula ha scritto molti testi, tra cui L'uovo del cuculo, Il Paese è paese d'inverno, Il vento portava le voci. Maria Padula, la donna, la pittrice, la scrittrice, così il titolo della monografia che il Consiglio regionale di Basilicata volle dedicare a Maria Padula nel 1999 per ricordare la figura emblematica di Maria Padula. Maria Padula ha vissuto in pieno il ventesimo secolo, giovanissima negli anni ’30, studentessa prima del liceo artistico, poi dell’Accademia di Belle Arti, a Napoli e a Firenze, coraggiosa intellettuale impegnata nelle lotte politiche del dopoguerra e degli anni ’60, insegnante sempre pronta a cercare la verità, a portare i giovani verso scelte coraggiose e sincere, sempre impegnata con tutta l’anima e il cuore nell’arte. Alcuni dipinti di Maria Padula ricordano alcune opere pubbliche di Maria Padula, opere giovanili, di quando la coppia Giuseppe Antonello Leone e Maria Padula sognava di fare “i pittori di chiesa”, così restano a testimonianza di quegli anni: il Cristo Re a Tricarico(Mt), La natività della Vergine a Pietradefusi (Av), Gli angeli e la madonna nella Chiesa di Sant’Anna a Potenza e La Madonna del Lago a Spinoso (Pz), dipinti a tema religioso dove i luoghi, i volti e i corpi dei modelli sono la testimonianza viva della luce e della terra. È facile pensare a Maria Padula come donna impegnata ed innamorata della cultura. Le sue immagini pittoriche ci riportano alle analisi del meridionalismo di Rocco Scotellaro, Carlo Levi, Maria Brandon Albini e di Manlio Rossi Doria. Insieme al suo compagno di vita e di arte Giuseppe Antonello Leone, Maria ha ben saputo intrecciare arte, cultura ed amicizia dialogando con i conterranei Leonardo Sinisgalli, Tommaso Pedio, Concetto Valente, Luigi Guerricchio, Mauro Masi, Giovannino Russo, Giandomenico Giagni, Maria Latorraca.
Per visualizzare correttamente questa pagina occorre aver installato il Flash Player